Conferenze · ISMEO
16515
paged,page,page-id-16515,page-template,page-template-blog-small-image,page-template-blog-small-image-php,paged-2,page-paged-2,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-theme-ver-9.2,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive

_____________ Missioni Archeologiche e Progetti di Ricerca – Ciclo di Conferenze 2019  Massimo Vidale, I tesori in clorite di Jiroft, una chiave per la scoperta dell’antica civiltà di Marhashi, Iran Giovedì 4 aprile, ore 16.30, Palazzo Baleani, Sala Spinelli • • • Nel 2001, dopo dieci anni di siccità assoluta, il fiume Halil (Jiroft, Kerman, Iran sudorientale) entrò in una disastrosa piena, allagando l'intera valle e rompendo i suoi vecchi argini. Vennero così in luce le ricche necropoli di quella che oggi chiamiamo Civiltà dell'Halil Rud, sino ad allora totalmente sconosciuta. Oggi questa civiltà viene identificata con quella dell'antico paese di Marhashi, la polity dell'Altopiano Iranico più insistentemente citata dai testi cuneiformi sumerici ed akkadici - che si sta rivelando come una super-potenza dell'età del Bronzo tra quarto e terzo millennio a.C. I manufatti più elaborati...

_____________   Missioni Archeologiche e Progetti di Ricerca – Ciclo di Conferenze 2019 Andrea Manzo e Luisa Sernicola, Da Beta Ghiorghis a Seglamen. La missione archeologica dell’Università di Napoli “L’Orientale” e ISMEO in Etiopia Giovedì 28 marzo, ore 16.30, Palazzo Baleani, Sala Spinelli   • • •   Le indagini archeologiche della Missione Italiana nell’area di Aksum, in Etiopia settentrionale, sono in corso dal 1993. Obiettivo principale del progetto è quello di investigare le origini e lo sviluppo della cultura Aksumita e del “Regno di Aksum”, fioriti tra la fine del I millennio a.Cr. e la fine del I millennio d.Cr. e di indagare le dinamiche che portarono all’emergere di società complesse in questa regione almeno  a partire dalla fine del II millennio d.Cr. Le ricerche condotte tra il 1993 e il 2003 sulla collina di Bieta Giyorgis in...

_____________   Motoaki Ishii, La prima mostra d'Arte Italiana Moderna in Giappone nel 1928: il contributo di Ettore Viola Martedì 26 marzo, ore 16.30, Palazzo Baleani, Sala Spinelli • • •   Il nome di Ettore Viola (1984-1986) è legato alla celebre mostra d'arte giapponese tenutasi nel Palazzo delle Esposizioni di Roma nel 1930. Nuovi documenti rivelano che egli non solo fu l’ideatore della mostra romana, ma che a lui si deve anche l’organizzazione, due anni prima (1928), della prima esposizione d'arte italiana moderna a Tokyo. La conferenza approfondisce tali vicende, evidenziando in particolare come l'idea personale di Viola di una mostra d'arte giapponese a Roma fu gradualmente fatta propria e modificata dalle autorità del tempo, fino alla sua stessa esclusione dal progetto e dall’evento. ...

_____________ Missioni Archeologiche e Progetti di Ricerca – Ciclo di Conferenze 2019 Francesco Genchi e Alfredo Coppa, Pratiche funerarie e alleanza tribale nell’Età del Ferro della Penisola Arabica: le tombe collettive di Daba (Penisola di Musandam, Sultanato dell’Oman) Giovedì 21 marzo, ore 16.30, Palazzo Baleani, Sala Spinelli • • •   Le ricerche nel complesso funerario di Daba (Musandam, Oman) aprono nuove prospettive sulla complessità sociale della penisola arabica nell’Età del Ferro e offrono nuovi strumenti di comprensione della società tribale a struttura egualitaria che inserì l’Arabia orientale, e la penisola dell’Oman in particolare, nei circuiti di inter-scambio economico e non solo, nel medio oriente. ...

_____________ Shobhana Radhakrishna, Transformational Leadership of Mahatma Gandhi and its Relevance in the Contemporary World Venerdì 8 marzo, ore 16.00, Palazzo Baleani, Sala Spinelli • • • Il Mahatma Gandhi costituisce una figura di grande fascino e di forte influenza sulla civiltà occidentale oltre all’importanza che egli esercitò sulla storia indiana del secolo scorso. Gandhi fu, allo stesso tempo, un uomo d’azione e di intensa spiritualità. La novità del suo insegnamento e della sua guida, radicate nella tradizione culturale dell’India, sono rappresentate dai nuovi strumenti da lui concepiti per opporsi all’ingiustizia: non più un confronto di forze tra contendenti, ma la rinuncia alla violenza e il potere dell’amore, intesi a superare l’ostilità e l’oppressione, poiché egli credeva che in ogni  uomo è presente il principio del bene. La Conferenza presso l’ISMEO, che conclude quelle già...

_____________ Missioni Archeologiche e Progetti di Ricerca – Ciclo di Conferenze 2019 Maira Torcia, Cretule da Buhen nella Bassa Nubia. Nuovi dati relativi alla cronologia e all’amministrazione del sito Giovedì 28 febbraio, ore 16.30, Palazzo Baleani, Sala Spinelli • • •  La conferenza illustrerà importanza e significato delle cretule provenienti dal centro di Buhen, in Bassa Nubia. Le cretule, insieme con i sigilli, sono parte integrante degli antichi sistemi di controllo. Esse forniscono dati che permettono di approfondire la conoscenza dei sistemi amministrativi delle società del passato, oltre a precisarne la cronologia. Le cretule di Buhen confermano questo ruolo e, grazie alle impronte che esse conservano, si è potuto far risalire l’insediamento al periodo Protodinastico e non più all’Antico Regno, oltre a chiarirne almeno in parte l’organizzazione amministrativa. ...

____ DAGLI ZAGROS ALL’INDO: archeologie e scritture nell’Asia media dal 4000 al 700 a.C. DOCENTI: Basello Gian Pietro (ISMEO/Università "L'Orientale" di Napoli), Dan Roberto (ISMEO/Università della Tuscia), Frenez Dennys (ISMEO/Università di Bologna), Vidale Massimo (ISMEO/Università di Padova), Kenoyer Jonathan Mark (University of Wisconsin-Madison) febbraio-marzo-aprile-maggio 2019 – ore 14.30 – 17.30 Accademia delle Antiche Civiltà via Gherardini, 5 – 20145 Milano c/o Fondazione Terra Santa • • • Con la collaborazione e il patrocinio dell'ISMEO, Associazione Internazionale di Studi sul Mediterraneo e l’Oriente, l'AdAC, Accademia delle Antiche Civiltà, sta organizzando un corso di archeologia che vuole dare una visione panoramica dei progressi effettuati nella scoperta e nello studio di civiltà urbane fino ad oggi poco conosciute che nell'arco di migliaia di anni, a partire dal 4000 a.C., si sono sviluppate in territori che, come dice il titolo...

____ Missioni Archeologiche e Progetti di Ricerca – Ciclo di Conferenze 2019 Bruno Genito, Gli Scavi a Kojtepa (Uzbekistan, antica Sogdiana) dell’Università “L’Orientale” di Napoli: tra l’età del tardo ferro e il periodo ellenistico. Giovedì 14 febbraio, ore 16.30, Palazzo Baleani, Sala Spinelli • • • L’attività archeologica congiunta italo-uzbeka ad opera dell’Istituto di Archeologia dell’Accademia delle Scienze dell’Uzbekistan, sezione di Samarkanda e dell’Orientale di Napoli, è stata programmata e finalizzata a partire dal 2008, all’individuazione di possibili orizzonti archeologici achemenidi e post-achemenidi nella provincia del Pastdargom, nell’area di Samarkanda. Il sito di Kojtepa si colloca nella regione storica della Sogdiana, una della antiche province dell’impero persiano. Le attività sul campo co-dirette con Alexej Gricina tra il 2008 e il 2009, Kazim Abdullaev tra il 2011 e il 2014 e Mukhtar Pardaev tra il 2015 e il 2018, stanno...

___ Missioni Archeologiche e Progetti di Ricerca – Ciclo di Conferenze 2019  Carlo G. Cereti, Luca Colliva e Gianfilippo Terribili, Il monumento di Paikuli (Iraq): epigrafia, archeologia, antropologia Giovedì 31 gennaio, ore 16.00, Palazzo Baleani, Sala Spinelli La Missione Archeologica Italiana nel Kurdistan iracheno (MAIKI) è uno dei Grandi Scavi d’Ateneo del Dipartimento di Scienze dell’Antichità della Sapienza - Università di Roma, condotto in collaborazione con l’ISMEO e co-finanziato dal MAECI.  Nasce  nel 2011 per affiancare attività più propriamente di studio ai progetti di cooperazione portati avanti dall' IsIAO - Istituto Italiano per l'Africa e l'Oriente) e dalla Sapienza a partire dal 2006. MAIKI opera in stretta collaborazione con le istituzioni locali responsabili per la conservazione, la gestione e la valorizzazione dei Beni Culturali, come l'Alto commissariato per la rivitalizzazione della cittadella di Erbil, la Direzione generale...

___ Missioni Archeologiche e Progetti di Ricerca – Ciclo di Conferenze 2019   Danilo Rosati e Ilaria E. Scerrato, Borj-e Kabotar: le torri dei colombi di Isfahan. Giovedì 17 gennaio, ore 16.30, Palazzo Baleani, Sala Spinelli La conferenza presenta le linee guida di un recente progetto di ricerca ISMEO sulle torri colombarie della provincia di Isfahan. Sono queste un’evidenza dell’architettura vernacolare di epoca safavide di cui si analizzeranno gli aspetti storici, antropologici e architettonici dando spazio anche a suggestioni fotografiche che scaturiscono dal nostro sguardo verso l’altro....

___ Missioni Archeologiche e Progetti di Ricerca – Ciclo di Conferenze 2019  Joshua Emmitt, The Desert Fayum today - Reconsidering the Neolithic of Egypt. Scoperta dalla famosa archeologa G. Caton Thompson nella prima metà del '900, la Depressione del Fayum in Egitto è stata indicata come il più antico esempio di cultura agricola in tutto il Nord Africa. A distanza di oltre 50 anni  nuove ricerche hanno parzialmente corretto quelle prime interpretazioni. Joshua Emmitt, University of Auckland, membro delle Missione Internazionale nel Fayum, ci presenterà un quadro dei nuovi risultati....