Missione a Samarcanda (Uzbekistan)

Missione a Samarcanda (Uzbekistan)

Il Progetto Archeologico Italo-Uzbeko – PAIU “Samarcanda e il Suo Territorio” nasce nel 2001 dalla collaborazione tra l’Università di Bologna – Dipartimento di Storia Culture Civiltà (ex Archeologia) e l’Istituto di Archeologia dell’Accademia delle Scienze dell’Uzbekistan. Principali enti finanziatori sono l’Università di Bologna, l’Associazione Internazionale di Studi sul Mediterraneo e l’Oriente – ISMEO (ex IsIAO) e il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

 

Scopo principale del progetto è lo studio diacronico della città di Samarcanda, a lungo capitale dell’antica Sogdiana e crocevia fondamentale lungo la Via della Seta, in relazione alle dinamiche insediamentali e alle trasformazioni del paesaggio avvenute tra l’Età del Bronzo e il Medioevo. La ricerca, su scale locale e regionale, affronta tematiche quali l’interazione uomo-ambiente, i rapporti agricoltori sedentari-pastori semi-mobili e lo sviluppo del sistema d’irrigazione. Le attività prevedono ricognizioni geo-archeologiche, scavi archeologici di siti-chiave (Kafir Kala, Boyssartepa e siti minori) inerenti determinate tematiche e periodi storici, studio della cultura materiale e delle paleofaune, laboratori di GIS, telerilevamento e cartografia.

 

 

BIBLIOTECA “MAURIZIO TOSI”

Direttore: Antonio Curci
Nazione: Uzbekistan
Periodo: 2001 – in corso
La regione di Samarcanda e i siti archeologici censiti dal PAIU 2001-2016 (sullo sfondo un’immagine satellitare LANDSAT, 1992).
•
The region of Samarkand and the archaeological sites surveyed by UIAP 2001-2016 (on the background a LANDSAT satellite image, 1992).
La regione di Samarcanda e i siti archeologici censiti dal PAIU 2001-2016 (sullo sfondo un’immagine satellitare LANDSAT, 1992).

The region of Samarkand and the archaeological sites surveyed by UIAP 2001-2016 (on the background a LANDSAT satellite image, 1992).
Archeologia del paesaggio nell’area di Koitepa: insediamenti (colline artificiali noti cometepa) e tracce di canali abbandonati (sullo sfondo un’immagine satellitare CORONA, 1968).
•
Landscape archaeology at the site of Koitepa with ancient settlements (tepa, i.e. anthropic mound) and traces of abandoned canals (on the background a CORONA satellite image, 1968).
Archeologia del paesaggio nell’area di Koitepa: insediamenti (colline artificiali noti cometepa) e tracce di canali abbandonati (sullo sfondo un’immagine satellitare CORONA, 1968).

Landscape archaeology at the site of Koitepa with ancient settlements (tepa, i.e. anthropic mound) and traces of abandoned canals (on the background a CORONA satellite image, 1968).
Ricognizione archeologica di un tepa.
•
Archaeological survey of a tepa.
Ricognizione archeologica di un tepa.

Archaeological survey of a tepa.
Ricognizione geo-archeologica di un canale.
•
Geoarchaeological survey.
Ricognizione geo-archeologica di un canale.

Geoarchaeological survey.
Modello Digitale del Terreno – DTM del sito di Kafir Kala (VII-XIV secolo)(elaborazione G. Luglio, 2018).
•
Digital Terrain Model of the site of Kafir Kala (7th-14thcenturies CE)(elaboration G. Luglio, 2018).
Modello Digitale del Terreno – DTM del sito di Kafir Kala (VII-XIV secolo)(elaborazione G. Luglio, 2018).

Digital Terrain Model of the site of Kafir Kala (7th-14thcenturies CE)(elaboration G. Luglio, 2018).
Print Friendly, PDF & Email